Notizie | Demografici
mercoledì, 30 gennaio 2019

Elezioni Europee 2019

Invito ai cittadini stranieri, di Paesi appartenenti all'Unione Europea e residenti nel Comune di Pergola, ad iscriversi alle liste aggiunte per l'elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all'Italia

Modalità di voto in Italia dei cittadini comunitari residenti

Le prossime elezioni del Parlamento Europeo in Italia si svolgeranno il 26 maggio 2019.
I cittadini dell'Unione Europea residenti in Italia possono esercitare il diritto di voto per i membri del Parlamento Europeo spettanti all'Italia.
In questo caso devono presentare al Sindaco del Comune di Pergola domanda di iscrizione nell'apposita lista aggiunta entro il 25 febbraio 2019.

L'istanza non deve essere presentata dai cittadini dell'Unione che siano stati già iscritti nella lista aggiunta in occasione delle precedenti elezioni Europee e che non abbiano revocato tale iscrizione.
L'eventuale trasferimento di residenza in altri comuni italiani di cittadini UE già iscritti determina l'iscrizione d'ufficio nelle liste aggiunte del Comune di nuova residenza.

Per agevolare gli interessati, il Ministero dell'Interno ha predisposto un modulo scaricabile scaricabile al link sottostante (file in formato zip); i moduli sono disponibili anche presso l’ufficio servizi demografici.

Tale modello, una volta compilato e stampato, dovrà essere completato con la firma autografa e dovrà essere inviato, o consegnato a mano, unitamente alla fotocopia di un documento di identità, entro il 25 febbraio 2019, al Comune di Pergola – Corso Matteotti 53 – 61045 PERGOLA (PU) o inviato tramite posta elettronica ad uno dei seguenti indirizzi:


mail: protocollo@comune.pergola.pu.it

PEC: protocollo@pec.comune.pergola.pu.it  (SOLO per chi è dotato di PEC)

Una volta completata l’iscrizione verrà recapitata a casa la tessera elettorale.

ATTENZIONE

Con l'iscrizione nella suddetta lista aggiunta, si potrà esercitare il voto esclusivamente per i membri del Parlamento Europeo spettanti all'Italia e non anche per i membri del Parlamento Europeo spettanti al Paese di origine: vi è, infatti, il divieto del doppio voto.

 

torna all'inizio del contenuto